Dopo aver visto le piante che fioriscono d’inverno, dedichiamoci agli ortaggi che possiamo piantare nei mesi freddi dell’anno. Il periodo invernale rappresenta una stagione propizia per coltivare il nostro orto, nonostante siano in pochi a dedicarvisi anche con un clima rigido. Se è vero che i mesi invernali si caratterizzano da temperature basse e poche ore di sole, è altrettanto vero che disponiamo di tante varietà che si adattano a questa condizione climatica. In Italia, abbiamo la fortuna di avere a disposizione tante buone colture che resistono al freddo: dai fiori, agli ortaggi fino agli alberi da frutto, come melo, noce e melograno. Oggi vogliamo presentarti le piante che ci garantiscono un orto rigoglioso, anche in inverno. Quindi, perché sprecare questa occasione? Tieni sempre a mente che gli ortaggi non sono utili solo a scopo alimentare, ma possono essere anche delle piante funzionali ad abbellire i nostri giardini e i nostri balconi! Esistono tante varietà di ortaggi, molte delle quali puoi coltivare sia in inverno che in estate. La regola per non confondersi, di base, è che quanto seminiamo nei mesi estivi crescerà in quelli più freddi, e viceversa.

Ortaggi invernali: tre distinzioni fondamentali

Orto

Per ortaggi invernali si intendono almeno tre diverse definizioni. Prima di capire cosa possiamo piantare, dobbiamo distinguere gli ortaggi invernali che vanno piantati in inverno da quelli che, invece, vanno raccolti in inverno. Si tratta di una distinzione importantissima, che ci aiuterà a organizzare il nostro calendario delle coltivazioni.

  • Ortaggi invernali da piantare a fine autunno, perfetti per crescere e svilupparsi nei mesi freddi, che possiamo raccogliere fino alla fine dell’inverno/inizio primavera.
  • Ortaggi invernali da piantare fino a fine estate e che si raccolgono in inverno.
  • Ortaggi che possiamo piantare sempre e che resistono anche al freddo.

Ortaggi invernali da piantare a partire dalla primavera fino a fine estate

Insalata invernale: come cicorie, indivie, valeriana, insalata Milano, radicchio, rucola, lattuga da cespo. Si tratta di tutte quelle insalate che è possibile piantare nei mesi primaverili e estivi, tra aprile e luglio, e possono resistere a bassa temperatura anche durante la prima parte dell’inverno.

Zucca: piantala nei mesi di aprile e maggio, quando le temperature minime durante il giorno non scendono sotto i 15/18 °C, e raccoglile a partire da fine agosto, fino a novembre.

Tra gennaio e febbraio possiamo raccogliere anche il cavolfiore, cavolo rapa, cavolo cappuccio, broccolo, cavolini di Bruxelles, cavolo verza. I finocchi, sedano rapa, pastinaca, spinaci, ravanelli, carote, cime di rapa, scorzonera, porri, zucca. Ci sono poi varie erbe aromatiche come rosmarino, salvia e timo il cui raccolto si prolunga per quasi tutto l’anno. Assicuriamoci di piantarli entro la fine dell’estate.

Ortaggi invernali da piantare a fine autunno

ortaggi invernali
  • Cavoli: seminali verso la fine di ottobre. Puoi piantare anche gli altri ortaggi della famiglia delle crucifere o brassicacee, come cavolfiore, cavolo verza, cappuccio e broccolo. Resistono molto bene al freddo, sono adatti a ogni tipo di terreno, non amano i ristagni di acqua e prediligono terreni argillosi
  • Rapa autunnale: si seminano da luglio a settembre e si raccoglie in inverno. La loro semina deve essere sempre piuttosto fitta per evitare la creazione di troppi spazi vuoti.
  • Asparago
  • Bietola
  • Cardo Bianco
  • Carota
  • Cavolfiore

Ortaggi invernali da piantare sempre

Carciofo
  • Carciofi: puoi seminarli tra febbraio e marzo in un luogo protetto. A dimora in campo, invece, seminali nell’orto ad aprile oppure a maggio. La raccolta è scalare: per le varietà primaverili avviene a partire da fine febbraio per tutta la primavera. I carciofi autunnali si raccolgono a partire da settembre e ottobre.
  • Rabarbaro: si pianta la semente in vasetto a inizio marzo, per poi trapiantare a metà aprile o maggio nell’orto. La pianta produrrà a partire dal secondo o dal terzo anno, quindi occorre pazienza. Il rabarbaro è molto resistente e tollera anche altri periodi per la messa a dimora
  • Finocchi: seminali tra tra giugno luglio per una raccolta nell’orto autunnale. Seminali tra febbraio e marzo per fare il raccolto a giugno. Non amano il freddo eccessivo e hanno bisogno di molta luce.
  • Porri: i porri autunnali si seminano tra febbraio e marzo e si colgono durante l’autunno successivo. Le varietà estive invece si seminano a partire da dicembre e si raccolgono in estate.

Quali ortaggi puoi seminare in inverno

Gli ortaggi da seminare in inverno sono tanti, dalla carote, lattuga, radicchio, aglio, prezzemolo, ravanello, rucola, valeriana, piselli primaverili, ravanelli, spinaci, fave, ceci, cipolle invernali fino alle lenticchie. Questi ortaggi andranno poi raccolti in primavera ed estate. Vediamoli meglio nel dettaglio:

  • Ottobre: il mese giusto per la semina dei piselli e per piantare le cipolle.
  • Novembre e dicembre: puoi seminare ancora le fave, piselli, ravanelli, spinaci e valeriana. Inoltre, per tutto il mese di novembre e fino alla prima metà di dicembre puoi ancora piantare i piselli e i bulbi di cipolle e aglio.
  • Gennaio: basilico, prezzemolo, rucola, lattuga, erba cipollina, carote, melanzane.

In inverno abbiamo bisogno di un tocco di accortezza in più. Se pianti il seme segui questi suggerimenti:

  • Pianta i semi all’interno dei vassoi
  • Proteggi le piantine dal vento
  • Usa colture di copertura

Forse ti interessa anche: orto invernale e giardino – Cura il tuo giardino a novembre: 5 accorgimenti per proteggerlo e per prepararlo alla primavera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.