Quando l’autunno arriva, la voglia di trascorrere le giornate all’aria aperta diminuisce drasticamente, ammettiamolo. Le giornate autunnali calde e soleggiate diminuiscono giorno dopo giorno, il nostro angolo verde si smorza lentamente e si prepara alle temperature invernali, rigide e piovose. Tuttavia, nonostante pochi di noi ne abbiano davvero voglia, è di vitale importanza assicurargli la stessa attenzione che gli dedichiamo nei mesi dalle temperature più piacevoli. Prendersi cura di lui in autunno però non ha solo una funzionalità estetica, ma ci assicura un giardino florido e rigoglioso durante il resto dell’anno.

Se a primavera desideriamo dare il benvenuto a un giardino rigoglioso, nei mesi autunnali dobbiamo prepararlo con cura ma soprattutto proteggerlo dal freddo e dalle gelate.

Vediamo quindi 5 preziosi accorgimenti per salvaguardare il giardino dall’inverno e per prepararlo a una primavera coloratissima. 

 

1. Preparare il manto erboso

 

 

  • Prepara il terreno per la coltura del nuovo manto erboso: lavora il terreno con stallatico maturo, compost o concime, ma fai in modo di utilizzare fertilizzanti biologici universali.

 

  • Pratica una leggera sarchiatura del terreno, estirpa le erbe infestanti e raccogli sempre le foglie cadute a terra. Questo è importante non solo per il fattore estetico, ma per evitare l’eventuale presenza di vermi e muschi che danneggerebbero il manto erboso.

 

  • La falciatura: come saprai, d’inverno il prato non necessita la stessa frequenza dei mesi più miti. Ti basterà accorciare l’erba una sola volta prima dell’arrivo dell’inverno per favorire la circolazione d’aria in profondità.

 

2. Potare

 

Gli interventi di potatura, come quelli cesori, di modificazione di posizione dei rami e i trattamenti con fitoregolatori serviranno a rinforzare e a garantire una migliore fioritura in primavera. Ma attenzione: non tutte le piante possono essere potate a novembre. Per le piante più delicate bisogna aspettare la fine dell’inverno poiché le prime gelate potrebbero danneggiare il fogliame.

Se nel tuo giardino sono presenti piante sempreverdi, come l’alloro, oppure piante molto resistenti come meli, susini, albicocche e peri, ma anche ontani, castagni e aceri puoi intervenire con quel tipo di intervento di potatura che ha lo scopo di rimuovere le parti malate o danneggiate da parassiti e agenti atmosferici. In questo modo eliminerai i rami secchi, troppo bassi o irregolari per favorire in primavera lo sviluppo di una chioma più omogenea.

Prima di intervenire bisogna conoscere le esigenze specifiche della pianta, ma quasi tutte necessitano una potatura di mantenimento durante la fase di riposo vegetativo. Gli arbusti sempreverdi che vanno potati in autunno sono senza dubbio quelli che tollerano bene le basse temperature, come ad esempio l’agrifoglio, l’osmanto e il ligustro. Anche le siepi vanno preparate prima dell’arrivo dell’inverno per favorire la produzione di nuovi getti a primavera. In ogni caso, bisogna sempre intervenire con parsimonia eseguendo dei tagli precisi e consapevoli. Prima di potare un albero da frutto è necessario verificare che la pianta abbia cessato di vegetare.

 

3.Proteggi le piante più delicate

 

Non tutte le piante possono essere portate in casa oppure messe al riparo in ambienti più caldi. Non preoccuparti, sul mercato trovi tante soluzioni per proteggere gli arbusti dal freddo, dalle più economiche a quelle più ecologiche. Per proteggere le radici possiamo ricorrere a uno strato di pacciamatura, utilizzando pezzettini di corteccia, paglia, foglie secche (quelle che togliamo dal prato andranno benissimo) e del terriccio anti-gelo.

Per proteggere la chioma possiamo usare un tessuto plastico (tessuto non tessuto), da sistemare a mo ‘di cappuccio. Oppure dalle serre: ne esistono di diverse tipologie, dalle compatte ad armadio, ideali per spazi piccoli, fino alle serre in vetro, delle vere e proprie serre abitabili da posizionare in giardino.

 

4. Pianta i fiori che coloreranno il nostro giardino in primavera

 

Anche se dovrai avere pazienza per vedere i risultati, novembre è il mese ideale per piantare i bulbi dei fiori che coloreranno il tuo giardino in primavera.

Cosa puoi piantare? Tulipani, gli arbusti a foglia caduca come l’ibisco, la magnolia, il cornus, oppure le rose rampicanti. Il crocus, margherite, giacinti, viole del pensiero, bocche di leone, piselli odorosi, anemoni, garofani, bucaneve, campanule, iris, allium, gigli, ranuncoli o papaveri autunnali.

 

5. Innaffiatura

 

Qualunque operazione di innaffiatura va fatta nelle ore più calde e mai utilizzando acqua troppo fredda.

Questi erano 5 accorgimenti di vitale importanza per mantenere il tuo giardino sempre al meglio, soprattutto d’inverno. Ma se non sei un amante del fai da te oppure vuoi affidarti alla cura di una ditta specializzata, contattaci subito per un preventivo gratuito. Giardini Balduzzi si occupa anche di:

– Manutenzione del tuo giardino

– Rimozione di piante e ingombri

– Interventi di potatura ordinaria e straordinaria

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.