Il trasloco delle piante è possibile trapiantandole con passione e professionalità
Maggio 14, 2019
Irrigazione: i nostri consigli
Luglio 8, 2019

Per abbellire e decorare il nostro giardino pensiamo sempre alle piante e ai fiori ma raramente si pensa agli alberi da frutto. un vero peccato se pensiamo che sono loro a fare la differenza tra un giardino standard e un piccolo angolo di paradiso!

 Alberi a radice nuda  o cresciuti in vaso, cosa scegliere?

Vediamo insieme le differenze tra le due tipologie:

  • Alberi a radice nuda: sono coltivati in piena terra, venduti insieme a una leggera zolla di terra protetta da un sacco di juta o di plastica. Occupano poco spazio e sono più economici, sono più leggeri, maneggevoli, possiedono una migliore capacità di attecchimento e vengono messi in commercio al compimento dei due anni. È opportuno mettere a dimora questo tipo di piante prima che compaiano gemme e foglie e quindi durante il riposo vegetativo.
  • Alberi in vaso: , sono già stati sottoposti a diversi interventi di potatura e per questo possono costare un po’ di più ma se attecchiscono bene hanno una buona produzione. Gli alberi in vaso si possono trapiantare durante tutto l’anno facendo però attenzione ad evitare i periodi di gelo o di siccità.

Quali alberi da frutto coltivare nel tuo giardino?

Ribes: è una pianta che resiste al freddo invernale ma le gelate tardive o il troppo caldo possono esserle fatali. È preferibile coltivarlo in zone di montagna o di collina, in un terreno soffice e ben drenato.

Gelso: è un albero molto resistente ai cambi climatici (fino a -15°C!). Riesce a crescere anche su terreni poveri e molto aridi, l’importante è scegliere una posizione soleggiata e in virtù del suo imponente sviluppo è bene ricordare che tra l’albero di gelso e gli altri alberi da frutto bisogna mantenere una distanza di almeno sei metri.

Melograno: è una pianta che si adatta a quasi tutti i climi, l’importante è coltivarla in un luogo riparato che la protegga da temperature troppo fredde. È un albero che resiste molto bene alla siccità e predilige terreni non argillosi.

Mandorlo: ama il  clima mediterraneo, sopporta il caldo ma soffre l’umidità, il gelo e il vento forte che possono mettere a rischio la fioritura. È adatto alla coltivazione in zone collinari con una buona areazione.

Ciliegio: non ama l’umidità, le gelate tardive e la grandine così come  le abbondanti piogge che possono provocare danni ai frutti, in compenso però non teme il freddo. Il suo ambiente ideale? Le zone collinari!

Lasciati catturare dalle meraviglia degli alberi da giardino, con le loro foglie, i loro frutti e i loro profumatissimi fiori!

Hai bisogno di una consulenza? Contattaci!