Bonus verde 2019: scopri come funziona e a chi è rivolto
Gennaio 30, 2019
Primavera: è tempo di arieggiare il prato
Marzo 8, 2019

“Quando siete in preda al pessimismo, guardate una rosa”. (Albert Samain)

Difficili da non amare, difficili da non ammirare.

Sono di diversi colori e ogni tinta restituisce qualcosa di magico agli occhi non solo di chi la guarda, ma soprattutto di chi la cura.

Parliamo della rosa, anzi di tante rose, quelle che aspettiamo di vedere fiorire ad ogni fine di stagione invernale nel giardino di casa.

La giusta potatura

Ma come si possono curare le rose? Di certo con la giusta potatura da realizzare in tardo inverno, quando le foglie sono completamente cadute e i nuovi germogli non sono ancora nati.

Parliamo di potatura invernale che serve levar via i rami secchi e sofferenti con tagli netti, ma esiste anche quella estiva che avviene quando le piante sono ancora in fiore e aiuta la nascita di nuove fioriture.

La vostra pianta di rose è molto giovane? In genere si consiglia di non potare le rose per i primi due anni. In questo modo le piante possono svilupparsi, infoltirsi e lasciare che impreziosiscano il vostro spazio verde!

Ma torniamo alla potatura. Sono diverse le motivazioni per le quali potare:

– Ridurre la taglia della pianta

– Modellare la pianta

– Ripulire la pianta dai rami morti, spezzati

– Rinnovare a pianta grazie alla crescita di tuo rami basali

– Concentrare le riserve solo su alcuni steli per ottenere fiori più grandi

Una regola vale su tutte:

La potatura  deve essere proporzionata alle dimensioni e l’età della pianta.

Lasciate 4/8 steli e anche un numero minore nelle piante più grandi e forti.

Si  effettua al di sopra della gemma sana presente nel ramo selezionato, un taglio obliquo in direzione opposta alla gemma.

Le rose sono rampicanti? Allora in questo caso più forte è la potatura più florida sarà la fioritura. Prima di potare, scegliete i rami più vigorosi, saranno loro a dar vita ai fiori più importanti. Eliminate i rami vecchi, di 3 e 4 anni. Importante: ricordate di sostenere i nuovi germogli con alcuni tutori.

E infine una regola semplice ma fondamentale:

maggiore potatura = fiori più grandi

minore potatura = maggior numero di fiori ma più piccoli

E tu, hai già potato le tue rose?